Grinta

C’è chi lotta

Questa mattina mi sono svegliato con queste parole: c’è chi lotta. Le ho sentite o forse pronunciate inconsapevolmente e me le sono trascinate nelle prime ore di risveglio. Non ho intenzione di lasciarle cadere nel dimenticatoio delle immancabili preoccupazioni che accompagnano la giornata; sento il bisogno, il desiderio e la necessità di prenderle in mano…

Un deserto senza strade

Improvvisamente silenzio. Succede nella vita di tutti anche se oggi molto di rado, è questa l’impressione: fiumi di parole scorrono e riempiono il nostro ecosistema, inquinandolo il più delle volte; raramente respiriamo parole pulite e liberanti. Il deserto senza strade nel quale forse ci si trova, all’improvviso, è una condizione ottimale per capire le cose…

Dorean

  È bello non sapere cosa dire eppure credere che quel niente potrà sanare qualcuno che ascoltando quelle parole svuotate di ogni sapere  si sentirà riempito dall’incompletezza di chi non impone le proprie idee che non sentenzia non giudica, non barra le porte e non ostruisce sentieri. È bello non avere niente da parte vivere…

Parole catturate

Le parole più belle arrivano quando non sono pronto. Danzano nella mia mente, solenni e sfrontate, per poi allontanarsi prima che la mano possa catturarle. Si dileguano, allora, lasciandomi la coda della loro bellezza e tanto basta per sentirmi frastornato e deluso. Provo ad afferrarle ma esse non sono più: svanite e nascoste chissà dove.…

Voglio cambiare!

  Una mattina di qualche settimana fa. Come spesso accade sono in anticipo per l’inizio della riunione di lavoro, così decido di impiegare quel tempo per una camminata. Scelgo un luogo isolato. Dentro sento una specie di inquietudine che non riesco a codificare. Passeggio lento come se quel passo misurato potesse condurmi ad una risposta…

Un sussurro

  Si dice che la voce di Dio sia un sussurro. Impercettibile e così misteriosa. Velata e rivelata, come in un gioco amorevole, dove la sofferenza e l’estasi a volte si fondono, gemendo nell’incontro atteso. Così flebile e malandata è la nostra percezione delle cose mute; i nostri cuori e le nostre orecchie sono ormai…

Il di più

Ore cinque del mattino. La giornata comincia col suono della sveglia, con una ciabatta scagliata verso la gatta che gratta l’armadio e con un lungo abbraccio. La casa è immersa nel silenzio ed è bello che questi primi momenti siano caratterizzati da gesti di amore, gesti silenziosi ed intensi, (ciabattate a parte) È ciò che…

Quanto spreco!!!

  Parto come sempre dal vangelo per giungere dove siete anche voi e dove sono io, perchè so che queste parole, aldilà della fede e della considerazione che ciascuno può avere nei confronti della religione, queste parole contengono la nostra storia ed hanno il potere di alimentarla. Un episodio su tutti, quello della donna che…

Liberati dal male

  La preghiera del padre nostro termina con una richiesta di liberazione. Forse è la richiesta per eccellenza che ciascuno di noi ha rivolto a qualcuno nella propria vita, quella di essere liberati da un peso, da catene, da sofferenze, da mali. Il dolore affligge tutti; non c’è uomo o donna su questa terra, che…

Quelli della tua casa!!

9Ci sono passaggi evangelici davvero inquietanti, ma anche molto realistici. Credo sia proprio per questo che il vangelo spesso viene ridotto a brandelli e reso innocuo, il suo impeto imbrigliato e le sue fiamme attenuate. Gesù non è rassicurante, ma questo non deve spaventare. Egli conduce in mezzo alle tempeste, nella mischia furibonda, nelle incomprensioni…